E QUESTO E’ UN CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA?

Amato_Craxi.jpg

 

 

 

 

 

Quest’immagine, risalente ai tempi in cui Craxi spadroneggiava nel PSI e soprattutto nella scena politica italiana, vale più di mille parole.

 Non è mai stato spiegato a nessuno perché Craxi sia dovuto scappare di corsa all’estero per sfuggire ad una condanna certa, mentre i suoi luogotenenti e fidi collaboratori (tra cui spicca appunto Amato) abbiano potuto continuare la loro attività senza che nessuno dubitasse del fatto che probabilmente, dato la lunga e fruttuosa collaborazione con il leader socialista, non potevano non sapere cosa costui combinasse. Delle due l’una: o erano d’accordo (e allora mi si deve spiegare con che coraggio oggi vengano candidati alla Presidenza della Repubblica), oppure non si erano accorti di nulla (e allora erano puri cretini in quanto non avevano capito una cosa che a Milano come da altre parti era sulla bocca di tutti). Naturalmente, essendo Amato laureato alla Normale di Pisa, senza dubbio cancelliamo la seconda ipotesi. Rimane la prima, che non ci fa certo ben sperare per il futuro dell’Italia. Questa legislatura sembrava essere nata per produrre un cambiamento e una riforma nei costumi politici italiani. Ora che a breve però si eleggerà la prima carica dello stato, di meglio non si trova che tirar fuori dalla naftalina il braccio destro di Craxi (è grazie a tale ruolo che Amato riuscì a farsi nominare Presidente del Consiglio nel 1992). Com’è successo per l’elezione del Papa, speriamo che alla fine i pronostici vengano ribaltati (a giudicare dai 3-4 nomi dei favoriti)  e vinca anche in tal caso un outsider.

 

E QUESTO E’ UN CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA?ultima modifica: 2013-04-17T16:20:00+02:00da stefanobosca
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “E QUESTO E’ UN CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA?

  1. Condivido appieno il tuo pensiero ma come ben sappiamo l’ italia è purtroppo formata da un gregge di pecore e da manipolatori abili a trascinare il gregge dove vogliono.
    Distinguersi lo facciamo ma purtroppo il gregge resta ancora grande!!

Lascia un commento