Cagnano Varano, Italia

 

Dopo un po’ di tempo riprendo a pubblicare sul mio blog.  In tutto il mio periodo di “assenza” certo qualcosa è accaduto in Italia e nel mondo. Anche io ho avuto le mie vicissitudini (il 28 luglio i ladri hanno deciso di venirmi a fare una visita e il danno è stato notevole).

Ce ne sarebbe quindi da dire e da scrivere, se non fosse che oggi su internet ho letto una notizia che mi ha letteralmente inquietato.

A Cagnano Varano, in provincia di Foggia un bimbo autistico è stato allontanato dalla classe elementare che frequenta perché non ci sarebbe abbastanza spazio per lui e per l’insegnante di sostegno.  Pertanto è stato diviso dai suoi compagni e portato in una piccola stanza.

C’è da vergognarsi ad essere italiani.

Pontifichiamo di grandi opere, di megariforme, di semplificazione burocratica e poi non siamo neanche in grado di proteggere i diritti di un bimbo autistico.

Io mi auguro che di fronte ad una notizia del genere la Gelmini intervenga prontamente perché nel duemila è inconcepibile un’oscenità del genere.

Da italiano, mi vergogno che nel mio paese siamo stati capaci di elargire pensioni d’invalidità a ciechi che facevano regolarmente la loro partita a carte e poi trattiamo in questo modo un bimbo autistico.

Ma che paese siamo?  Ma che parliamo a fare di Ponti sullo Stretto quando ancora ci troviamo di fronte casi del genere, che forse solo nell’antica Sparta potevano trovare collocazione?

 Una situazione del genere non può passare inosservata, occorre fare chiarezza e capire immediatamente di chi è la colpa.

Qualora non si muovesse nessuno in tale direzione, ripeto: dovrebbe muoversi il ministro dell’Istruzione in persona, perché non può passare il concetto che in Italia abbiamo difficoltà a difendere i diritti di un bimbo autistico.

La credibilità di cui gode l’Italia è già poca, ma se poi vengono ad aggiungersi casi come questo rischiamo veramente di diventare una Repubblica delle Banane senza le banane.

E’ comprensibile che oggi, con la crisi che c’è, di carne sul fuoco lo stato ne abbia troppa, almeno di fronte a fatti simili è necessario che esso ritrovi però un minimo di sensibilità e intervenga celermente.

Cagnano Varano, Italiaultima modifica: 2011-10-12T22:42:00+02:00da stefanobosca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento