Rutelli: i soliti Casini….

images.jpg 

 

 

 

 

Oggi, dopo un po’ di tempo, riprendo a pubblicare sul mio blog e nel farlo voglio porre la mia attenzione su un politico che, ancora una volta, ha deciso di cambiare bandiera:  Francesco Rutelli.

Premesso che ognuno è libero di pensarla come vuole ed ha diritto a cambiare opinione quando meglio crede, va detto che il cambiamento di opinione è stato uno strumento di cui Rutelli ha persino abusato e quando si esagera in tal senso, è difficile poi risultare credibili.

Ricordiamo che la sua carriera politica è iniziata nel Partito Radicale, insieme a Marco Pannella, per poi passare nel partito Lista Verde. Dalla Lista Verde (con cui ha fatto due mandati come sindaco di Roma) è poi passato nel partito La Margherita (nel frattempo nel 2001 è stato candidato premier dell’ Ulivo),  diventando poi uno dei leader del nuovo Partito Democratico.  Ora ne è uscito e sta progettando un’alleanza con Casini.

 Alla luce di tutto ciò tutto ciò, mi chiedo: perché ci si indigna di fronte ai continui cambiamenti di Mastella, mentre invece gente come Rutelli può fare tutti i suoi comodi, cambiare mille bandiere e nessuno ha da ridire?

Stiamo parlando di un uomo che vent’anni fa sedeva in parlamento vicino ai Radicali ed ora invece si è scoperto cattolico.

Forse la sua vena cattolica era già presente vent’anni fa e noi non ce n’eravamo accorti. Forse quando sedeva vicino a Cicciolina in Parlamento lo faceva per richiamare il Vangelo, precisamente la celebre  frase di Gesù: “Chi è senza peccato, scagli la prima pietra”, chi può dirlo….

Certo è che chi lo sentiva parlare anni fa e oggi lo vede impegnato fianco a fianco con gli ex-democristiani, non sa se ridere di lui o preoccuparsi del fatto che come lui a Montecitorio ce ne sono diversi,  non solo  il tanto vituperato Mastella.

Questi sono i nostri rappresentanti:  pronti a cambiar bandiera in ogni momento, pur di restare sopra il dorato treno della politica, pronti (e questo va detto, non è assolutamente il caso di Rutelli) in pubblico a difendere la famiglia e i suoi valori, in privato a tradirla andando a puttane o a trans.

Rutelli: i soliti Casini….ultima modifica: 2009-11-02T18:14:00+01:00da stefanobosca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento