Ma che c’avete tutti con sta Palin?

Oggi voglio occuparmi di un personaggio che da parecchi giorni sta su tutte le prime pagine dei principali quotidiani mondiali: Sarah Palin, candidata alla vice presidenza U.S.A.

Da quando John Mc Cain ha scelto lei come candidato alla vice presidenza degli Stati Uniti, si è scatenato un interesse mediatico a mio avviso spropositato. Perché dico spropositato ? Semplice, per le seguenti ragioni.

Da quando mi ricordo io, il vice presidente U.S.A.(poltrona di prestigio indubbio, che permette di esercitare anche la funzione di presidente del Senato americano) non ha mai avuto un gran potere per quanto concerne la politica nazionale ed internazionale americana, da questo punto di vista, è più importante ad esempio  la figura del Segretario di Stato.

Fatta eccezione per Nixon, che da vice  di Eisenhower ebbe un celebre battibecco con Kruscev  e le cui funzioni andarono oltre quelle di un normale vice presidente (ma semplicemente perchè Eisenhower a causa del non buono stato di salute dovette gioco forza delegargli dei poteri), qualcuno ricorda decisioni passate alla storia prese da Gore durante la presidenza Clinton, da Bush padre durante la presidenza Reagan piuttosto che da Cheney durante la presidenza di Bush figlio?

Dunque, perché scaldarsi tanto attorno al personaggio Palin, quando tutti sappiamo che, in caso di vittoria, a comandare sarà Mc Cain, salvo impedimenti di salute di quest’ultimo (ma di fronte a quest’ipotesi siamo certi che Mc Cain fa i dovuti gesti scaramantici)?

Da giorni si continuano a decantare le capacità (che non discuto, perché non ne ho i mezzi) di questa donna, dimenticando che non si sa fino a che punto le potrà (o meglio, Mc Cain gliele lascerà) esercitare.

Si continua inoltre a dipingere la Palin come una novità e come la risposta repubblicana ad Hilary Clinton, a me piacerebbe invece sapere che atteggiamento ha avuto all’interno del partito Repubblicano di fronte ad esempio alla guerra in Iraq ed alla mega balla di Bush, secondo cui bisognava dichiarare guerra all’Iraq poiché Saddam Hussein possedeva armi di distruzione di massa, che ancora oggi si devono trovare (e non credo a questo punto che si troveranno più, soprattutto perché difficilmente  esistono).

Perciò a me  più che una novità sembra un bluff di Mc Cain per accattivarsi le simpatie di chi avrebbe voluto Hilary Clinton presidente.

Se ci riuscirà o no lo vedremo, anche perché dall’altra parte c’è un uomo che simboleggia veramente un grande segnale di novità: Barack Obama.

Lui sì che per la sua storia, per la sua cultura e per la sua tradizione rappresenterebbe un cambiamento per gli U.S.A. e per il mondo  (visto e considerato che diventare presidente degli Stati Uniti significa amministrare il paese più potente del mondo e influenzare inevitabilmente la politica di molte altre nazioni).

 

 

Ma che c’avete tutti con sta Palin?ultima modifica: 2008-09-15T17:08:00+02:00da stefanobosca
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Ma che c’avete tutti con sta Palin?

  1. Caro Roby, non sono così convinto. Forse hai ragione, però Obama ha battuto la Clinton che, è una donna sì, ma dietro di se aveva oltre che una storia politica e culturale di un certo livello, anche una macchina elettorale molto potente (la stessa del marito). Secondo me ce la può fare, anche perchè i Repubblicani hanno già governato otto anni e gli americani non ne sembrano molto soddisfatti… Per il resto chi può dirlo, magari con la candidatura a vice della Palin, Mc Cain riesce a far sua la battaglia.

Lascia un commento