The Blues Brothers

0a078451e215b861d9ee8b3dd5d1467d.jpg

La sera del 22 aprile 1978, nella celebre trasmissione della NBC, Saturday night live, esordiva una delle più celebri coppie della comicità mondiale: i Blues Brothers, impersonati da Dan Aykroyd e John Belushi.

Il film che due anni dopo ne seguì è da considerarsi leggendario.

Jake (John Belushi) ed Elwood (Aykroyd) Blues, con i loro vestiti scuri e i ray- ban perennemente agli occhi sono rimasti e rimarranno due icone del musical e allo stesso tempo della comicità.

Fu il film, con il cast stellare (James Brown, Aretha Franklin, Cab Calloway, John Lee Hooker e un indimenticabile Ray Charles), il ritmo intenso, le gag ormai entrate nella storia, a consacrare i due attori.

Anche i personaggi di contorno, come i nazisti dell’Illinois, i Good Ole Boys, il proprietario del Bob’s Country Bunker, la Pinguina, la fidanzata tradita di Belushi (pochi lo sanno, ma verso la fine del film, c’è pure un cameo di Steven Spielberg nel ruolo dell’impiegato dell’ufficio delle imposte) hanno reso mitico questo film, che a distanza di 28 anni è e resta uno dei più bei musical di sempre.

Come tanti altri capolavori, il film all’inizio è stato stroncato dalla critica.

Il pubblico ed il tempo hanno però ribaltato il tutto.

Dopo questo film entrambe gli attori hanno continuato a recitare.

Belushi per poco, a causa della morte prematura per overdose nel 1982.

Aykroyd invece recita tuttora, ha preso parte a film brillanti come Una poltrona per due con Eddie Murphy e Spie come noi con Chevy Chase, sempre per la regia di John Landis (regista dei Blues Brothers), anch’essi veri capisaldi della comicità USA anni ’80.

Nel 2000 c’è stato un sequel del film, con Aykroyd e ancora con Landis alla regia, ma è da considerarsi lontano anni luce rispetto al primo.

Oggi il film “The Blues Brothers” viene ancora trasmesso, specie nel periodo natalizio, visto il buonismo che aleggia nel film, che vede i due protagonisti prodigarsi per non far chiudere l’orfanotrofio in cui erano cresciuti, gestito dalle Suore (“Siamo in missione per conto di Dio” è una delle frasi più ricorrenti in bocca a Jake ed Elwood).

A chi non avesse mai visto il film consiglio caldamente di vederlo (e di ascoltarne la colonna sonora).

The Blues Brothersultima modifica: 2008-04-21T21:20:00+02:00da stefanobosca
Reposta per primo quest’articolo